Azienda Agricola San Rocco

L’iniziativa imprenditoriale dell’azienda agricola San Rocco di Capraia Isola si innesta in un recupero di terre e attività legate alla figura di Giuseppe Ferrarini, deceduto a Capraia nel 2015, medico veronese figlio di capraiesi che, in pensione, aveva dato vita a un’attività di apicoltore nell’isola.

 

Roberta Bonomo, nuora di Giuseppe Ferrarini, dopo una vita da insegnante ha raccolto il testimone dando continuità e sviluppo all’attività del suocero riallacciando nel contempo un legame ideale con le proprie radici di figlia di contadini, laureata in scienze agrarie. Mentre nei primi anni si è trattato di conservare il piccolo apiario esistente, quella del 2018 è la prima annata di produzione di quantità significative e di commercializzazione del prodotto.

Il progetto aziendale prevede di affiancare alla produzione di miele anche produzioni di confetture di frutta (in particolare gelatine di uva) ottenuta da alberi coltivati sui terreni di proprietà dell’azienda agricola. L’azienda conta sulla collaborazione di un dipendente.

I terreni coltivati si trovano in due siti lungo la Vicinale del Semaforo: uno più vicino al paese dove sono coltivate le viti e l’altro poco dopo la località San Rocco dove ci sono invece ulivi, albicocchi, amarene e una trentina di arnie.

L’attività nelle fasi iniziali ha comportato un grande lavoro per riportare gli appezzamenti all’antico aspetto, togliendo la macchia mediterranea che aveva coperto molti terreni e facendo un importante lavoro di ripristino dei muretti originali, lavoro tutt’ora in corso. Un altro aspetto importante da affrontare è stato quello di garantire l’approvvigionamento idrico sia sfruttando la raccolta delle acque naturali sia attrezzandosi per utilizzare, in caso di necessità, le altre fonti disponibili.